Come stai? La tua check list psicologica

Come stai?

È una domanda che ci viene posta spesso nella nostra vita quotidiana, e altrettanto spesso rispondiamo a questo quesito in modo automatico: BENE!

Questa domanda e questa risposta sono diventate l’inizio normale di una conversazione e ci siamo così abituati a sentirle pronunciare da aver svuotato il loro valore e significato.

Oggi voglio provare con voi a restituire a questa domanda la sua reale importanza.

Come stai è una domanda che ha un finale aperto. Potrebbe essere completata così: come stai fisicamente? Come stai a livello lavorativo, famigliare, economico?

Proviamo allora insieme a rispondere a questa domanda attraverso l’analisi di tre elementi principali: le tue emozioni, i tuoi pensieri, i tuoi comportamenti.

Partiamo dalle emozioni. Stai provando delle emozioni che vivi negativamente da molto tempo, oppure che senti di non riuscire a controllare o ancora che sono iniziate da quando nella tua vita è accaduto qualcosa di inaspettato o difficile, come una separazione, una perdita, un trauma, un evento stressogeno recente o passato? Senti di non capire cosa provi oppure di sapere cosa provi ma non riuscire ad esprimerlo, o ancora di sapere cosa provi, saperlo esprimere ma in un modo che senti di non riuscire a controllare e non adeguato?

Il secondo aspetto da considerare sono i pensieri, come abbiamo visto

Hai dei pensieri che senti come intrusivi, bloccanti, che rendono difficili le tue scelte, la tua crescita, o che ti rallentano, ti fanno vivere nel dubbio o rendono faticose le tue scelte?

Infine, ultimo elemento importante sono i comportamenti, le azioni.

Ti accorgi di mettere in atto dei comportamenti che hanno delle ripercussioni sulla tua vita, sulle tue relazioni, sul tuo lavoro?

Emozioni, pensieri, comportamenti. Ecco. È questa la tua semplice e personale check list psicologica, per aiutarti, da solo, a rispondere alla domanda: come sto?

Usare questa check list è utile per ogni ambito della tua vita.

Ti faccio degli esempi. Le problematiche sessuali sono spesso psicologiche e possono avere origine da comportamenti errati, oppure da emozioni o pensieri disturbanti.

La difficoltà ad essere assertivi nella vita, il fatto di reagire passivamente o aggressivamente agli stimoli esterni è legata ad azioni o comportamenti che originano da pensieri ed emozioni negative.

Un difficile rapporto con il cibo, la scarsa autostima, la difficoltà a risolvere i problemi, a prendere delle decisioni, a metterti in relazione con gli altri hanno a che vedere, di nuovo, con le tue emozioni i tuoi pensieri e le tue azioni.

Allora, come stai?


Trova altri contenuti sul mio canale Youtube


Desideri chiedere una consulenza in studio oppure online? Contattami.